Provincia

Caccia alla volpe, parte il prelievo di 239 esemplari. Insorgono gli animalisti

8 ottobre 2014

volpe-800

Ok della giunta provinciale alla caccia alla volpe. Il nuovo piano di abbattimento, che ha ottenuto il nulla osta dell’Ispra, prevede la selezione di 239 volpi. Tra le novità, a differenza del precedente piano che era stato congelato dalla giunta e aveva scatenato la dura opposizione delle associazioni ambientaliste e animaliste, è stata evitata la caccia in tana.

Tre le motivazioni al sostegno del piano: la prima è legata alla presenza sempre più radicata di questo predatore, che avrebbe causato la progressiva scomparsa delle lepri e dei fagiani; la seconda, i danni all’agricoltura negli allevamenti avicoli e nei pollai; la terza, infine, riguarda il fatto che la volpe è un importante vettore ed indicatore della circolazione di zoonosi, che può avere ripercussioni sulla salute umana.

Il coordinamento delle associazioni ambientaliste e animaliste ha annunciato battaglia contro il provvedimento. Le zone dove il prelievo sarà maggiore sono quelle di Vernasca, Morfasso e Farini.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val D'Arda Val Nure

NOTIZIE CORRELATE