Piacenza

Omicidio via Passerini, convalidato l’arresto del 25enne cinese

8 ottobre 2014

Omicidio al ristorante cinese Sushi Wok in via Passerini

Resta in carcere il giovane cinese accusato di aver assassinato con una coltellata il capocuoco del ristorante “Sushi Wok” di via Passerini. Lo ha stabilito il Gip di Genova. Il delitto era avvenuto lo scorso mercoledì nella cucina del ristorante cinese a Piacenza. Zhou Jiahui, 25 anni, questo il nome dell’accusato, aveva fatto le prime ammissioni circa le sue responsabilità sull’omicidio fin dalla tarda mattinata di giovedì, subito dopo il suo arresto da parte della squadra mobile di Piacenza in collaborazione con i colleghi di Genova. Jiahui, detto “Sushi” per la sua abilità nel preparare i piatti di sushi è comparso ieri davanti al Gip del tribunale di Genova che ha convalidato l’arresto della polizia e disposto per lui la custodia cautelare in carcere. Nei prossimi giorni gli atti relativi all’arresto avvenuto nel capoluogo ligure saranno trasmessi dalla procura genovese alla procura di Piacenza competente per questo delitto perché è avvenuto nella nostra città. Ad occuparsi del caso e quindi ad interrogare l’accusato sarà il sostituto procuratore Emilio Pisante che ha coordinato le indagini del caso. E’ atteso per i prossimi giorni anche il trasferimento dal carcere di Marassi a quello delle Novate di Sushi, che sarà interrogato dal Pm Pisante.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE