Piacenza

Rapina a Monticelli: ladro catturato dopo un inseguimento. Condanna a tre anni

9 ottobre 2014

Tribunale di Piacenza

Un furto trasformatosi in rapina a causa di uno spericolato inseguimento con i carabinieri sul filo dei 180 chilometri orari è costato a Giovanni Lafleur 36 anni di Asti una condanna a tre anni di pena. L’imputato, che era presente in aula, si è sempre dichiarato innocente. I fatti ricostruiti in tribunale l’altro giorno erano avvenuti il 9 novembre del 2007 a Monticelli d’Ongina. Lafleur davanti al collegio giudicante ha sostenuto che quel giorno lui non era neppure a Monticelli, ma evidentemente non gli hanno creduto. Quel giorno, sempre secondo la ricostruzione del tribunale, tre persone (due delle quali rimaste sconosciute) avevano preso di mira una villetta di via Martiri della Libertà. L’imputato, secondo l’accusa, era il “palo”. Gli altri due dopo aver rovistato ovunque all’interno dell’abitazione, ne erano usciti con un paio di orologi e alcuni monili. Li aveva richiamati il “palo” a causa dell’arrivo del maresciallo Giorgio Carugati. Ne era seguito un pericoloso inseguimento in auto. I ladri erano scampati alla cattura ma uno di loro, il Lafleur, fu successivamente identificato dai carabinieri e accusato di rapina.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE