Piacenza

Due novembre, corsa all’acquisto di fiori per ricordare i propri cari

31 ottobre 2014

crisantemi (12)-800

Ricordare i propri cari defunti – domenica è la giornata a loro dedicata – con una preghiera, una visita al cimitero e con un fiore è una tradizione che non conosce crisi. Portare un mazzo di crisantemi sulle tombe è dunque un gesto importante e consueto al tempo stesso.

In oriente e nei paesi anglosassoni il crisantemo è simbolo di gioia, vitalità, pace. Da noi è il tipico fiore da posare sulle tombe dei nostri cari per ricordarli e celebrarli. Rispetto all’anno scorso i prezzi sono rimasti invariati (in media un vaso costa 12 euro, un mazzo 7-8 euro) e sembra proprio che la crisi non abbia fermato i piacentini accorsi numerosi da fioristi e chioschi per acquistare fiori e composizioni. Quest’anno i crisantemi sono fioriti leggermente prima, ma la qualità è rimasta invariata.

GLI APPUNTAMENTI RELIGIOSI
Sabato 1 novembre: in occasione della solennità di tutti i santi, monsignor Gianni Ambrosio presiederà la celebrazione in Cattedrale a Piacenza alle ore 11. Al cimitero di Piacenza alle ore 10.30, messa nella chiesa del Capitolo; alle 15, messa nel cimitero presieduta dal vescovo Gianni Ambrosio, con i canonici, i parroci urbani e le parrocchie: Cattedrale, Sant’Anna, San Paolo, Santa Brigida, San Giovanni in Canale, Sant’Antonino, S. Franca e S. Teresa.
Domenica 2: Commemorazione dei defunti: ore 10.30, messa al Famedio Militare in suffragio di tutti i caduti in Guerra.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Cultura e Spettacoli Foto Gallery Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE