Lavori pubblici in provincia: stop alle infiltrazioni mafiose

5 novembre 2014

Prefettura

Sono stati sottoscritti questa mattina in Prefettura dal prefetto e dai sindaci di Besenzone e Cortemaggiore, per la prima volta e per la durata di cinque anni,  i protocolli di intesa per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti e concessioni di lavori pubblici. Medesimi protocolli sono stati rinnovati, sempre per cinque anni, con i Sindaci di Cadeo, Carpaneto, Pontedellolio e Rottofreno.

I protocolli prevedono che gli enti pubblici comunichino tempestivamente alla Prefettura di Piacenza, per le opportune verifiche antimafia, i dati relativi alle imprese anche per gli appalti di lavori pubblici di importo superiore a 250mila euro, per i subcontratti di lavori, forniture e servizi di importo superiore a 50.000.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE