Confagricoltura Piacenza soddisfatta per il rinvio dell’applicazione dell’Imu

4 dicembre 2014

terreno montano (3)

Soddisfazione da parte di Confagricoltura Piacenza per la volontà politica di stabilire il rinvio dell’applicazione dell’Imu sui terreni delle zone agricole svantaggiate. L’Associazione si era duramente espressa contro il provvedimento proprio pochi giorni fa appellandosi allo “Statuto del contribuente” che vieta di prevedere adempimenti a carico dei contribuenti prima di 60 giorni dalla entrata in vigore di provvedimenti di attuazione di nuove leggi. Il Dipartimento delle Finanze aveva, infatti, reso disponibile solo il primo dicembre il decreto del 28 novembre che rivedeva l’applicazione dell’Imu nelle zone montane al di sotto dei 600 metri, lasciando la scadenza per il versamento fissata il 16 dicembre.

“L’annunciata proroga a giugno, dei relativi versamenti, alla quale deve tuttavia far seguito un decreto – sottolinea Confagricoltura Piacenza – è però solo un primo passo, perché i criteri per individuare i contribuenti hanno bisogno di una profonda revisione dato che quelli stabiliti avrebbero certamente dato a dito a contenziosi. Vigileremo sull’evolversi della soluzione ed auspichiamo che vengano attuate scelte tali da non inasprire ulteriormente il prelievo fiscale sulle imprese agricole”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE