Provincia

“Chiesa chiusa. Perché?”. A Sarmato è scontro tra fedeli, alpini e i conti

28 dicembre 2014

20141227-220447.jpg

«Chiesa chiusa! Perché?». Se lo chiede l’anonima mano autrice di uno dei due cartelli che da qualche tempo sono comparsi di fronte alla chiesa della Beata Vergine di Caravaggio a Sarmato, a fianco del cimitero. Un messaggio che fa il paio con un altro più critico nei confronti dei conti Zanardi Landi di Sarmato («Conti, vergogna»), proprietari del castello e dell’oratorio in questione. È solo l’ultimo atto della querelle nata lo scorso maggio attorno alla chiusura della chiesa, disposta dalla proprietà per un contrasto con il locale gruppo Alpini, incaricato di gestire e mantenere l’edificio sacro. A farne le spese, i fedeli che ormai da molti mesi trovano le porte della chiesa sbarrate. Anche il presidente provinciale Ana Roberto Lupi è stato coinvolto nella vicenda per tentare una mediazione con il conte Carlo Zanardi Landi.

20141227-220501.jpg

20141227-220507.jpg

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE