Provincia

CarboNext in Valdarda, raccolte 3mila firme per ulteriori indagini

20 febbraio 2015

Cementificio Buzzi Unicem Vernasca

In pochi giorni sono state raccolte oltre tremila firme in Valdarda. La richiesta dei cittadini, supportata dalle istituzioni, è quella di chiedere alla Provincia di Piacenza, di avviare la Valutazione di impatto sulla salute in merito alla richiesta del cementificio Buzzi Unicem di bruciare 60mila tonnellate all’anno di Carbonext, combustibile solido secondario derivato dai rifiuti. Il 2 marzo scade il termine per presentare le osservazioni alla Valutazione di impatto ambientale depositata in Provincia e i cittadini chiedono ulteriori indagini per capire l’impatto che le emissioni potranno avere sulla salute.
Il termine per la raccolta firme era previsto oggi ma è stato prorogato fino a lunedì mattina quando il documento verrà consegnato al presidente della Provincia Francesco Rolleri. L’iniziativa è stata lanciata dal Comune di Lugagnano e accolta dai cittadini e da alcune istituzioni come Castellarquato e Morfasso.
Dopo gli incontri di Lugagnano e Castellarquato questa sera il dibattito pubblico con i tecnici di Ausl e Arpa è previsto alle 20.15 a Vernasca.

I sindacati Cgil, Cisl e Uil  intanto hanno richiesto, unitamente alle Rsu aziendali, un incontro urgente all’azienda con lo scopo di attivare nel più breve tempo possibile un tavolo di confronto su questi temi.

Comunicato unitario su CarboNext

© Copyright 2021 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia Val D'Arda Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE