La storia di Carla, giovane mamma uscita dal tunnel della droga

24 Febbraio 2015

tossicodipendenza

Una donna di 35 anni, che oggi vive insieme al figlio di 4 anni e mezzo e al compagno, il papà del piccolo. Una famiglia serena. Ma non è sempre stato così: la storia di Carla, nome di fantasia scelto per tutelare la privacy dei diretti interessati, è una storia di rinascita. Quando il bimbo aveva solo otto mesi, Carla si è trovata a un bivio con un decreto del Tribunale dei minori in mano che le imponeva di separarsi dal figlio, oppure entrare nella comunità piacentina “Luna stellata” insieme al bambino.

Carla all’epoca aveva un problema di dipendenza dalle sostanze stupefacenti, soprattutto cocaina – racconta a Telelibertà – ma anche eroina. Il suo è stato un percorso doloroso volto alla scoperta di sé, che inizialmente non avrebbe voluto intraprendere. “Minimizzavo il problema, mi ripetevo di poter smettere con la droga, ma in realtà quando scatta la dipendenza, fisica e psicologica, la tua vita ruota intorno agli stupefacenti”.

Carla è stata alla “Luna stellata” per due anni, è entrata nella vita della comunità, si è resa conto dell’importanza dell’auto-aiuto con le altre mamme seguite, ha imparato a gestire la frustrazione: “Qui trovi la forza per affrontare i piccoli problemi, nulla a confronto con la realtà dura del mondo esterno, ma invece in comunità ti sembrano giganteschi”.

Oggi Carla è tornata al suo lavoro di sempre in un negozio, si è confrontata con i pregiudizi di alcuni colleghi, ha imparato a conciliare lavoro e famiglia. “Da circa un anno ci siamo assestati, ho capito che rispondere ai bisogni di mio figlio non significa solo assicurarsi che sia nutrito e pulito e quando sarà più grande, voglio raccontargli cosa ha attraversato la sua mamma”.

Luna Stellata è una comunità terapeutica attiva a Piacenza dal 1996 che offre alle madri tossicodipendenti la possibilità di seguire un percorso educativo insieme ai figli. Attualmente sono cinque le donne seguite da sei operatrici; da circa un anno è attivo un nuovo modulo denominato “Stella del mattino” rivolto alle madri che attraversano altri tipi di difficoltà, come la violenza nel contesto familiare.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà