Auto blu solo per il sindaco, risparmiati 46mila euro per gli altri

28 Febbraio 2015

auto-blu

Nuova asta on line per le auto blu del Ministero della Difesa. Su Ebay sono finite altre 33 vetture che fanno salire a 118 il numero di mezzi di cui il Governo si è “liberato” in nome del risparmio. Anche a Piacenza si tira la cinghia e si cerca di far quadrare i conti. Nel 2014 sono stati spesi 289mila euro per mantenere 62 mezzi di cui 30 in capo alla polizia municipale e gli altri 32 ad uso degli uffici comunali. Sono stati risparmiati 46mila euro rispetto al 2011 quando, l’amministrazione, sborsò poco più di 335mila euro.
È aumentata di 7mila euro circa, in 4 anni, la spesa per le auto dei vigili urbani, in conseguenza a un potenziamento dei pattugliamenti, compensata però dalla riduzione di costi per di tutti gli altri servizi.
L’unica auto blu del Comune è una Volkswagen Passat ad uso del sindaco. Il restante parco mezzi è costituito principalmente da auto Fiat Panda, Doblò e Punto alimentate a Gpl, metano e gasolio e da furgoni Iveco. I mezzi vengono utilizzati soprattutto per commissioni, sopralluoghi sui cantieri, trasporto attrezzature per manutenzione delle strade e del verde. I costi coprono polizze assicurative, bolli, guasti, spese meccaniche e di alimentazione. La maggior parte delle auto è a noleggio. Quest’anno arriveranno 5 mezzi elettrici che consentiranno un risparmio economico e un maggior rispetto per l’ambiente. Grazie a un contributo della Regione di 109mila euro verranno acquistate 3 auto, un autocarro e un furgone.

Per 5 auto immatricolate tra il ’94 e ’96 è prevista prossimamente la demolizione avendo ormai perso le caratteristiche di affidabilità e sicurezza e a fronte di costi di mantenimento troppo rilevanti. Solo per il parco mezzi della polizia municipale il Comune ha speso, nel 2014, oltre 164mila euro. Allestire un’auto con sirene, insegne e autoradio costa 10mila euro.

Posto di blocco vigili urbani

panda

© Copyright 2021 Editoriale Libertà