Guasto all’auto in tangenziale, assaltati con lo storditore elettrico: due arresti

02 Marzo 2015

rapina3

Subiscono un tentativo di rapina in tangenziale e chiamano i carabinieri. Protagonisti tre ragazzi, un marocchino di 18 anni, un macedone di 20 e una ragazza di 19 anni che, nella notte tra sabato e domenica, si erano fermati in un’area di sosta per un guasto al paraurti dell’auto su cui viaggiavano. I ragazzi hanno raccontato di essere stati avvicinati da due uomini che volevano rubare la loro vettura e la borsetta della ragazza che era con loro. Uno dei due uomini avrebbe anche dato una violenta testata al 18enne marocchino che era alla guida procurandogli una profonda ferita al sopraciglio. L’altro ha invece inseguito il 20enne macedone con uno storditore elettrico senza riuscire a colpirlo. Le tre vittime hanno chiamato i carabinieri fornendo una descrizione dettagliata della vettura dei banditi. I militari hanno rintracciato l’auto ferma davanti a un locale a Cadeo. Sono entrati nella discoteca e hanno arrestato i due malviventi.

Si tratta di due albanesi, di 25 e 33 anni, residenti a Piacenza, che sono finiti in manette con l’accusa di tentata rapina in concorso e porto di oggetti atti all’offesa. Con loro c’era anche una ragazza romena di 28 anni che è stata denunciata per favoreggiamento personale e porto abusivo di oggetti da offesa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà