Danneggiava le auto per gelosia della ex: arrestato un fabbro

04 Marzo 2015

Danneggiamenti alle auto (4)-800

Si aggirava con fare sospetto nei parcheggi a ridosso dei locali da ballo frequentati dalla ex per cercare la sua auto e danneggiarla.
Non aveva mai accettato la fine della relazione con la sua compagna e, ossessionato dalla gelosia, la perseguitava. È finito così in manette un fabbro di 53 anni, di Gropparello, accusato di stalking e danneggiamento aggravato. Pedinava la ex, una piacentina di 45 anni, e le rigava la macchina bucandole anche le gomme con attrezzature create nella sua carpenteria. Per non destare sospetti, però, danneggiava anche le auto di altre persone. In totale i carabinieri di Fiorenzuola hanno raccolto 60 denunce che hanno interessato 7 comuni della provincia. I militari sono convinti che possano essere attribuibili all’uomo, anche grazie alle testimonianze raccolte.

Già condannato a 10 mesi per stalking il 9 gennaio scorso, con divieto assoluto di avvicinarsi alla vittima, l’uomo non si era comunque rassegnato e continuava a rendere la vita della ex compagna un inferno.

Si nascondeva dietro ai cassonetti dell’immondizia aspettando di vedere la donna rientrare a casa, la pedinava, aveva creato un profilo fittizio su Facebook per insultarla e diffamarla, era arrivato a danneggiare l’auto di un maestro di ballo della ex pensando che i due avessero una relazione e, infine, si era accanito su una ventina di autovetture “Yaris” di colore grigio solo perché un’amica della 45enne aveva una macchina di quel tipo.

I carabinieri hanno avviato indagini, risultate molto complesse, che hanno coinvolto anche le stazioni di Carpaneto, Gropparello e Castellarquato. Il 53enne è stato pedinato dai militari e sono state installate delle telecamere nei luoghi dove si presumeva potesse colpire. L’uomo infatti aveva frequentato, assieme alla ex, corsi di balli popolari e riceveva le mail di invito alle feste a cui partecipava anche la donna. Il fabbro conosceva bene gli spostamenti della vittima e si faceva trovare nei locali da lei frequentati. La vittima, disperata, aveva anche cercato di cambiare le abitudini di vita ma senza alcun risultato.

L’uomo, un ex carabiniere di leva, era molto scaltro e conosceva le tecniche investigative ma la sua ossessione lo ha portato a commettere molti passi falsi. Testimoni lo hanno riconosciuto mentre si allontanava dai luoghi dove erano state danneggiate le auto. Le telecamere installate dai carabinieri lo hanno invece immortalato mentre danneggiava 6 auto, compresa quella della ex, nel parcheggio di un supermercato a Castellarquato.

La relazione con la donna era finita l’anno scorso ma la gelosia aveva reso impossibile la storia già agli esordi. L’uomo aveva addirittura minacciato il titolare di un albergo perché pretendeva che certificasse la presenza sua e della donna nella struttura per poterla ricattare visto che all’inizio lei era sposata. Il 53enne è stato arrestato il 26 febbraio e durante il primo interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà