Carne sequestrata nel Bresciano, nei guai azienda piacentina

11 Marzo 2015

20150311-203851.jpg

Sono circa 300 i chili di carne sequestrati in alcune macellerie annesse a supermercati del Bresciano e di proprietà di un’azienda piacentina. I carabinieri di Lumezzane hanno sequestrato 235 chili di carne priva di etichettatura o con data di scadenza superata in un primo supermercato ed hanno esteso i controlli ad altri due esercizi. I responsabili del primo supermercato sono stati denunciati per i reati di frode in commercio e detenzione ai fini di vendita di merce per uso alimentare trattate in modo da variarne la composizione naturale. I controlli hanno interessato altre due macellerie di proprietà dell’azienda piacentina: all’interno di un supermercato di Brescia sono stati sequestrati 46 chili circa di carne poiché privi di etichettatura e tracciabilità e altri dieci chili di carne sono stati prelevati da un supermercato di Carpenedolo, sempre nel Bresciano.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà