Ragazze costrette a prostituirsi, una minacciata con la pistola. Arrestato

18 Marzo 2015

prostitute

Avrebbe costretto quattro ragazze di età compresa fra i 22 e i 23 anni a prostituirsi lungo la via Emilia Pavese. Per questo motivo un romeno di 34 anni è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. E’ accaduto lunedì.

L’arresto è avvenuto in seguito ad un anno di indagini, che hanno convinto il Gip di Piacenza a spiccare un ordine di carcerazione a carico del trentaquatrenne che abita a Soresina. Nella sua casa è stata trovata una pistola giocattolo simile ad una pistola vera e cartucce autentiche. L’uomo, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe malmenato in più occasioni le quattro malcapitate per costringerle a prostituirsi fra Piacenza e San Nicolò, lungo la via Emilia Pavese, e in locali notturni di Orzinuovi in provincia di Brescia. Al termine della notte di lavoro le donne (tutte romene) venivano raccolte dall’uomo che le riportava nella sua casa di Soresina. Una delle ragazze aveva tentato di ribellarsi alla schiavitù della prostituzione e il trentaquattrenne l’avrebbe caricata sulla sua auto portandola sul greto del Trebbia e minacciandola con una pistola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà