Addio a Paolo Sforza Fogliani, fondatore di Round Table

21 Marzo 2015

paolo sforza fogliani (3)

A 50 anni esatti dalla fondazione di Round Table è scomparso uno dei suoi fedelissimi fondatori, l’imprenditore agricolo Paolo Sforza Fogliani. Nato il 20 febbraio 1935, era stato anche stimato presidente del Rotary Valli Nure e Trebbia. Lascia tre figli, Ascanio, Odoardo e Gian Maria, e la moglie Raffaella. Era fratello dell’avvocato Corrado Sforza Fogliani. Malato da alcuni mesi, viene ricordato soprattutto per la sua sensibilità, la stessa che lo aveva portato ad essere in prima linea in numerosi service a sostegno della collettività fin da ragazzo. Un rosario sarà recitato domani alle 18, in San Giovanni in Canale mentre i funerali saranno celebrati lunedì, alle 15 nella stessa chiesa.

Amicizia e tolleranza. Sono questi i valori, oggi in molti ambienti perduti, vissuti a pieno dai giovani piacentini che siedono alla Round Table, la tavola di Piacenza nata ufficialmente nel maggio del 1965. Cinquant’anni fa, dieci lustri. Sono i valori in cui credeva Paolo Sforza Fogliani, tra i fondatori del gruppo, al quale, senza neppure doverlo richiedere dagli organizzatori, è stato dedicato un applauso lungo un minuto, con tutti i tablers (così si chiamano coloro che hanno negli anni partecipato alle iniziative, perché, si dice, chi è tablers lo è per sempre) in piedi, nell’affollata sala dei Teatini, questa sera. Premiati tutti i presidenti del gruppo, alla presenza del presidente nazionale Luigi Infantino.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà