Sarmato come il Punjab, gli indiani si sfidano a cricket

21 Marzo 2015

cricket

Un immenso spiazzo di asfalto basta per sentirsi a casa e per rinverdire una delle tradizioni più radicate del proprio Paese, distante migliaia di chilometri: giocare a cricket. Così ogni sabato pomeriggio (e spesso anche alla domenica) gli indiani che vivono e lavorano in Valtidone si riuniscono per sfidarsi nel loro sport nazionale. “Si tratta soprattutto di un modo per stare assieme – spiegano i presenti, originari della regionale del Punjab, praticamente tutti Singh di cognome – per raccontarci come è andata la settimana e per fare quattro chiacchiere. La partita a cricket è un pretesto per rafforzare il legame della nostra comunità, che in Valtidone, tra Castelsangiovanni e Borgonovo, è sempre più numerosa”.

Naturalmente nessuno ci sta a perdere e le sfide a cricket (uno sport simile al baseball, ma dalle regole molto complesse per un profano) si scaldano, soprattutto nel finale: “Giocare ci fa passare un po’ la nostalgia di casa e ci fa tornare bambini: quando in India si è piccoli, infatti, nessuno ti fa giocare a calcio, ma a cricket”.

indiani cricket

© Copyright 2021 Editoriale Libertà