Tasse, lavoro e sanità, sindacati: “Piacenza aderisca al patto”

26 Marzo 2015

Camera del Lavoro 2-800

Un aumento dei patti anti evasione con l’agenzia delle entrate, maggiore partecipazione e rilancio dell’agenzia per l’affitto, tasse che rispondano a un criterio di equità sociale. Lo chiedono Cgil, Cisl e Uil, a confronto con sindaci, Provincia e Ausl: si è aperta infatti una nuova contrattazione territoriale, la quale sarà portata in tutti e 48 i Comuni, con l’obiettivo di alimentare un fondo per le famiglie colpite dalla crisi e chiedere una valorizzazione dei presidi sanitari e sociali del territorio piacentino. L’iniziativa è stata presentata oggi nella sede della Camera del lavoro di via XXIV Maggio. Tra sicurezza, welfare, trasporto pubblico, emergenza abitativa, tassazione, sanità, il documento unitario con il quale le organizzazioni sindacali chiedono ai Comuni e a tutti gli enti locali il confronto affronta a 360 gradi i problemi dei cittadini.
Lo scorso anno erano stati sottoscritti 47 accordi su 48 comuni: è mancata infatti la quadra con il Comune capoluogo.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà