“No al bitumificio”, al via raccolta firme a Gossolengo. Protesta dei cittadini

30 Marzo 2015

protesta residenti di Gossolengo per il bitumificio

E’ partita una raccolta firme per chiedere che venga fermato il progetto di un “bitumificio” a Gossolengo, tra La Rossia e Molinazzo: nella solo mattinata di ieri sono state raccolte già 500 adesioni all’iniziativa. I cittadini ora pensano di unirsi in un comitato. Stamattina hanno protestato davanti alla sede della Provincia, dove era in corso la Conferenza dei servizi sul caso proposto dalla Ccpl Inerti di Reggio Emilia. Sono state richieste dai dirigenti alla società nuove integrazioni all’iniziativa, che prevede la delocalizzazione dell’attuale impianto di San Nicolò – attivo da vent’anni – a Gossolengo, con una capacità massima di 200mila tonnellate di prodotto all’anno. “Gossolengo ha già dato, abbiamo scelto di vivere qui perchè è un angolo di Paradiso, in pieno parco del Trebbia, non accettiamo che ora venga dato spazio ai cavatori” hanno detto i cittadini.

protesta residenti di Gossolengo per il bitumificio (1)-800

Nuovo impianto di bitume a Gossolengo (3)

Il rendering del nuovo impianto di bitume a Gossolengo

Vecchio impianto di bitume a San Nicolo

Il vecchio impianto di bitume a San Nicolo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà