Scoperto a Bettola il monumento all’emigrante. Scultura di Getty Bisagni

30 Marzo 2015

Bettola Bisagni con la sua statua

Scoperta ieri mattina a Bettola la scultura realizzata dall’artista Getty Bisagni, voluta dall’associazione “Bettola nel mondo”, dal comitato pro-monumento, con la collaborazione del Comune di Bettola e il patrocinio della Provincia di Piacenza, dei comuni di Farini, Ferriere, Morfasso, Caorso, Lugagnano, del Lions Club Bettola Valnure, della Consulta regionale degli Emiliano-Romagnoli nel mondo e della Società Valtrebbia Valnure di New York.

Raffaella Galvani, del Comitato pro-monumento, ha ricordato che “l’opera è installata in piazzetta Bartolomeo Perestrello, padre di Filippa Moniz, prima moglie di Cristoforo Colombo. Nella stessa piazzetta è apposta la targa del trentennale del gemellaggio dei Comuni di Alta Valnure (Bettola, Farini, Ferriere) con Nogent sur Marne, città alla periferia di Parigi nella quale centinaia di valligiani sono emigrati ponendovi la loro residenza”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà