Valconasso, 7 colpi nel week end. Sindaco: “Dateci i militari”

30 Marzo 2015

20150329-231640.jpg

Il comune di Pontenure non sta a guardare e promette che da maggio installerà nuove telecamere, incrementerà la luminosità dei lampioni, e si rivolgerà ad un istituto di vigilanza privato. Ma non solo. Il primo cittadino di Pontenure, Manola Gruppi, assieme ad altri sindaci, farà una richiesta formale al governo per ottenere la presenza di militari al fine di presidiare il territorio.

Notizia delle 8 – Rabbia mista a rassegnazione. Sono questi i sentimenti che stanno scuotendo i residenti di Valconasso. Dopo l’ondata di furti avvenuta nel weekend, una decina tentati di cui sei andati a segno, siamo andati nella frazione di Pontenure per tastare il polso della situazione e oltre a registrare lo sfinimento degli abitanti, c’è chi non dorme e c’è chi si arma; abbiamo scoperto che la scorsa notte una villa è stata presa di mira dai ladri che hanno portato via una zappatrice agricola e addirittura dei vestiti appesi ad asciugare in cortile.

Già giovedì notte era stato toccato l’apice dell’assurda vicenda di Valconasso, 500 abitanti: sei gli assalti da parte dei ladri, tre dei quali andati a buon fine. Mentre dai cittadini non sono mancate segnalazioni di movimenti sospetti ai Carabinieri anche sabato. Tutto è iniziato all’una e mezza. I ladri, messi in fuga dal proprietario, non si sono spaventati all’arrivo dei Carabinieri, ma hanno deciso di ritentare il colpo in un’abitazione poco distante. Sfumati altri due tentativi, ne hanno messi a segno tre nella frazione, prima delle 5: in un caso, sono stati rubati attrezzi per un valore di 15mila euro totali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà