Donne in difficoltà, 12 nuovi posti nelle strutture di accoglienza

09 Aprile 2015

Violenza donne

La “Casa rifugio” per donne e il centro anti violenza si allargano su scala provinciale e il primo effetto concreto è l’aumento dei posti a disposizione, che presto passeranno da 5 a 17. E’ il frutto dell’accordo arrivato in conferenza territoriale socio sanitaria: la gestione delle strutture sarà uniformata ai parametri richiesti dalla Regione, quindi arriveranno maggiori contributi, che come primo effetto pratico avranno lo spostamento della “Casa rifugio” in un altro immobile rispetto a quello attuale (per sicurezza entrambi non possono essere svelati) e il numero di donne accolte salirà da 5 a 17. “E’ un risultato eccezionale per il sistema locale – commenta l’assessore al Welfare Stefano Cugini – visto che tutti i distretti della provincia sono stati coinvolti; una sinergia che ha dato una risposta efficace a un bisogno sempre più impellente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà