Bovolenta: assolti i medici che lo avevano ritenuto idoneo

14 Aprile 2015

bovolenta

Sono stati assolti perché “il fatto non sussiste”  i due medici rinviati a giudizio dopo l’improvvisa morte del campione di volley Vigor Bovolenta, stroncato il 24 marzo 2012 da un arresto cardiaco mentre stava disputando una partita del campionato di B2 sul campo di Macerata. I due erano imputati per omicidio colposo. Avevano rilasciato l’idoneità sportiva al campione. Il Pm aveva chiesto l’assoluzione, ma per insufficienza di prove, mentre il Tribunale, in accoglimento delle richieste della difesa, ha assolto gli imputati per l’insussistenza del fatto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà