Vigili dal Prefetto: “Discriminati rispetto agli altri dipendenti”

21 Aprile 2015

Prefettura

Agenti della polizia municipale in stato di agitazione nel mese di maggio se “le cose non cambieranno”. Oggi pomeriggio i rappresentanti del sindacato Diccap Sulpl hanno incontrato in Prefettura il sindaco Paolo Dosi, l’assessore al bilancio Luigi Gazzola e il prefetto di Piacenza Anna Palombi, per esporre le proprie richieste.
Il sindacato punta il dito su una serie di questioni non ancora risolte, nonostante la sospensione del precedente stato di agitazione.
Tra le questioni da approfondire, i festivi infrasettimanali, gli standard della polizza infortuni e la distribuzione dei turni e dei servizi.
“Lavoriamo i festivi senza aver diritto al riposo di recupero – ha sottolineato il delegato Diccap (Sulpl) Paolo Sarasini – dobbiamo quindi sottostare a un trattamento diverso rispetto a tutti gli altri dipendenti comunali. E’ discriminatorio nei nostri confronti”.
Un’altra questione che non va giù al sindacato è l’arrivo di nuovi agenti che non si sarebbe ancora concretizzato. “Arriveranno 5 nuovi agenti ma 6 dei nostri andranno in pensione, quindi l’annuncio del comune è uno specchietto per le allodole – spiega Sarasini. Siamo sotto organico rispetto agli standard regionali che prevedono un minimo di 117 operatori e, una stima ideale di 129. Noi siamo solo 110. Tra due anni altri 14 colleghi si congederanno dal lavoro – continua Sarasini – e saremo sempre meno”.
Anche la mancanza di “rotazione” tra i colleghi per i servizi esterni è stata al centro del dibattito. “Su 110 agenti in organico presso il comando, solo una 50ina sono effettivamente operativi”. Dal momento che, vista la tipologia di lavoro espletato, il rischio di infortunio per un agente che opera su strada è esponenziale rispetto a chi opera prevalentemente in luoghi “protetti” – ha proseguito Sarasini – chiediamo un giusto adeguamento dei massimali della polizza assicurativa e la copertura delle spese mediche oltre alla richiesta di effettuare una revisione dei numerosi certificati medici presentati per non svolgere il servizio esterno”.

Il sindaco Dosi e l’assessore Gazzola hanno ascoltato le richieste del sindacato rimandando ogni decisione al 5 maggio in un confronto con tutte le sigle sindacali e il nuovo comandante della polizia Municipale.

prefettura incontro sindaco e municipale

© Copyright 2021 Editoriale Libertà