Cremona, eroe a S.Nazzaro: “Se vivrà, la mia vittoria più grande”

26 Aprile 2015

20150426-112835.jpg

“Se tutto andrà come auspichiamo, sarà la mia vittoria più bella di sempre”. È Alessandro Cremona a parlare l’indomani del pauroso incidente occorso a Andrey Poniyshhkin, pilota russo che ieri, nelle acque del Po a San Nazzaro, si è ribaltato con il suo scafo ed è rimasto alcuni minuti sott’acqua privo di sensi. A prestare i primi soccorsi, proprio il campione Alex Cremona insieme al fratello Massimiliano e all’amico e collega Michael Chiossi.
“Abbiamo estratto Andrey dall’abitacolo e poi abbiamo praticato le manovre classiche di soccorso – ha detto ancora Cremona -. Ora non ci resta che sperare che tutto ció non sia stato vano”.
Anche Cremona si è procurato un lieve infortunio ad una mano nel tentativo di estrarre il pilota dallo scafo: undici punti di sutura della mano destra per l’ex campione mondiale.
Nel frattempo, le condizioni di Andrey Poniyshhkin, ricoverato nel reparto di rianimazione di Parma, rimangono piuttosto gravi: l’atleta russo è mantenuto in coma farmacologico.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà