Multe a casa senza preavviso: è polemica. Vigili: “Siamo in regola”

27 Aprile 2015

multe

Multe recapitate direttamente a casa, senza il preavviso sul veicolo. Diversi cittadini hanno lamentato alla nostra redazione questo disagio, che costa 15 euro in più per le spese di notifica. Nel caso dei divieti di sosta, l’importo sale da 28.70 a 43,70 euro. Inoltre, se la sanzione non viene pagata nei cinque giorni, scatta un’ulteriore maggiorazione del 30% e quindi viene a costare 56 euro.

Abbiamo chiesto spiegazioni al Comando della polizia municipale di via Rogerio, dove hanno precisato che il preavviso sul veicolo non è obbligatorio, ma una consuetudine. In alcune zone della città, per rendere più efficace il provvedimento, vengono annotate dagli agenti tutte le targhe dei trasgressori e la multa viene recapitata successivamente. La polizia municipale precisa di operare così solo nelle zone maggiormente colpite dal problema delle soste selvagge e quando il trasgressore non è a bordo del veicolo, caso che impone la verbalizzazione.

La violazione “a domicilio” costa più cara al cittadino, che scopre di essere stato multato in un secondo momento, quando gli viene recapitata a casa la sanzione, maggiorata dei 15 euro.

Gli agenti hanno dal canto loro lamentato il fenomeno della sosta negli spazi invalidi: nel 2014 sono stati circa 400 i trasgressori. Nella maggior parte dei casi i veicoli sono stati rimossi. La multa in questi casi costa 85 euro, importo che scende a 59.50 euro nel caso in cui sia pagata nei cinque giorni.

L’indirizzo e-mail per le vostre segnalazioni è [email protected]

multe_multa

© Copyright 2021 Editoriale Libertà