Sparò contro i ladri: condannati imprenditore e dipendente

27 Aprile 2015

tribunale

È stato condannato a 4 anni e 6 mesi l’imprenditore piacentino che la notte del 6 ottobre 2011 prese il fucile per affrontare tre ladri romeni che stavano assaltando la sua azienda a Mottaziana di Borgonovo, dove avevano intenzione di rubare gasolio. L’uomo, esasperato dai continui furti, era uscito armato e aveva sparato.

“Ha sparato apposta e da vicino”, secondo il pm Ornella Chicca che aveva chiesto 3 anni e 6 mesi di condanna. Il giudice Elena Stoppini ha invece aumentato la pena. “Il mio cliente ha sparato accidentalmente dopo essere scivolato”, ha sempre sottolineato il difensore Paolo Fiori.
E se l’imprenditore è stato condannato per tentato omicidio, anche un suo dipendente è finito nei guai. L’uomo, assistito dall’avvocato Maria Cristina Gardella, è stato condannato a 4 anni e 2 mesi per concorso nel tentato omicidio. In questo caso la pena è stata addirittura raddoppiata rispetto alla richiesta del pm. Alla sbarra, erano finiti anche i tre romeni accusati di tentato furto: hanno tutti patteggiato 10 mesi.

I legali dell’imprenditore e del dipendente hanno già annunciato che presenteranno ricorso.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà