Palazzo ex Enel, a Natale 2016 l’inaugurazione del nuovo edificio

05 Maggio 2015

EX ENEL

Sono iniziati nell’agosto scorso e procedono a ritmo spedito, in via Risorgimento, i lavori di realizzazione del nuovo complesso che prenderà il posto di palazzo ex Enel. Il nuovo edificio ricalcherà la sagoma e le altezze di quello preesistente, e all’interno ospiterà abitazioni, uffici e una palestra. Al centro, dove oggi si trova una gru, ci sarà un giardino di 300 metri quadrati. Le telecamere di Telelibertà sono entrate nel cantiere dove ogni giorno lavorano 16 operai.

“Se tutto procederà secondo i piani – spiega l’architetto dell’impresa Cogni-Impredima che sta realizzando i lavori – a Natale del 2016 inaugureremo la nuova struttura che sarà rispettosa dell’ambiente circostante, noi lo definiamo un edificio educato”.

Attorno al cantiere ci sono state polemiche legate alla mancata valorizzazione dei reperti romani presenti nel sottosuolo riconducibili ad un anfiteatro. Un comitato, guidato dall’architetto Manrico Bissi, ha raccolto 300 firme per rendere visibili i reperti e annuncia che continuerà la sua battaglia ed è pronto a rivolgersi direttamente alla Soprintendenza.
L’architetto Paolo Pagani precisa: “Nei confronti di questa storia non c’entriamo nulla, i reperti sono stati cementati 30 anni fa. Il nostro progetto è risultato ineccepibile e ha avuto il via libera quindi continueremo a lavorare serenamente”.

ex-palazzo-Enel-resti-anfiteatro

EX ENEL 2

© Copyright 2021 Editoriale Libertà