Fante, incontro in Municipio con il comitato

06 Maggio 2015

monumento al fante

Il sindaco Paolo Dosi, accompagnato dall’assessore all’Urbanistica e al Demanio Silvio Bisotti, ha ricevuto stamani in Municipio il comitato di cittadini da tempo impegnato per restituire alla città il monumento dedicato al Fante per i Caduti della guerra 1915-1918 del 65esimo Reggimento Fanteria, realizzato nel 1926 dallo scultore Francesco Riccardo Monti e posto attualmente nel cortile dell’ex caserma Ettore Gerbaix De Sonnaz in via Castello 42. Dopo il recente sopralluogo presso la struttura già sede del Distretto Militare, il comitato – composto da Piero Gallinari, Maurizio Dossena , Francesco Salemi, Michele Simonetta, Romano Bisotti, Donato Capozzi e Giovanni Ferrari – ha condiviso con il primo cittadino il percorso necessario per recuperare e riconsegnare alla comunità piacentina l’opera emblema del glorioso 65° Reggimento di Fanteria di stanza – per lungo tempo e forte radicamento – a Piacenza e doveroso tributo al prezioso ed eroico contributo di tanti fanti italiani, e soprattutto piacentini, alla Patria, soprattutto nel corso del tragico primo conflitto mondiale.
“La volontà da parte dell’Amministrazione comunale – afferma il sindaco Dosi – di valorizzazione e recupero del monumento dedicato al Fante è ormai consolidata ed è già stata valutata positivamente nelle scorse settimane. Attualmente la proprietà della caserma De Sonnaz è della Cassa Depositi e Prestiti, che ha recentemente acquistato l’immobile dall’Agenzia Nazionale del Demanio. Il primo passaggio – continua il primo cittadino – sarà richiedere alla Cdp la cessione alla cittadinanza dell’opera. Immediatamente dopo si dovrà procedere a una valutazione dello stato di conservazione dell’opera, per poi impostare i necessari interventi di manutenzione straordinaria. Infine, in accordo con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Parma e Piacenza, verrà effettuata una valutazione congiunta con la per la nuova collocazione in un contesto pubblico”.
Conclude Dosi: “Sarà importante il tema del reperimento delle risorse sia per l’attività di manutenzione, che per i lavori di collocazione dell’opera. Una sfida importante per la città, un percorso promosso grazie alla sensibilità dal Comitato, al quale l’Amministrazione comunale intende partecipare per una soluzione finalmente positiva e a beneficio della nostra comunità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà