Jasna: “Non mollate mai”.
Il sindaco prova la sua carrozzina

07 Maggio 2015

Marcia delle carrozzine (7)-800

Jasna Socec vive su una sedia a rotelle dopo essere stata colpita, circa 8 anni fa, dalla sclerosi multipla. Suo marito non ha sopportato il peso della malattia e l’ha lasciata sola, con due figli. Jasna è una donna bellissima di 53 anni, simbolo della lotta contro le barriere architettoniche, culturali e mentali. Oggi si è resa promotrice, a Piacenza, della “Marcia delle carrozzine” , iniziativa promossa a livello internazionale da G.E.A.A.D. Gruppo Europeo Autocoscienza avanza della disabilità.

Persone con disabilità e i loro familiari si sono dati appuntamento sotto al Municipio. Jasna ha consegnato al sindaco Paolo Dosi un documento contenente 10 richieste rivolte al Governo per sensibilizzare sul rispetto dei principi costituzionali di inclusione, partecipazione e solidarietà verso tutti i cittadini. Nel documento viene chiesto il prepensionamento di chi assiste malati gravi, un aumento dell’assegno di disabilità, il diritto per i disabili ad essere assistiti in casa dai propri familiari, il diritto allo studio e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il primo cittadino si è assunto l’impegno di migliorare la situazione a livello locale e ha accettato l’invito di Jasna, a provare la sedia rotella su cui lei stessa vive.

A Gazzola Astutillo Malgioglio per progetto disabilità
“All’inizio credevo che fossero i disabili ad avere bisogno del mio aiuto ma col tempo mi sono accorto che che ero io ad aver bisogno di loro”. L’ex portiere piacentino Astutillo Malgioglio ha raccontato i suoi 38 anni di servizio nei confronti dei disabili ai bambini delle scuole elementari di Gazzola. Lo ha fatto in occasione della conclusione del Progetto Scuole del Comitato Italiano Paralimpico, che ha visto due classi dell’istituto impegnarsi in lezioni di judo, uno sport che anche i loro amici disabili possono praticare senza difficoltà. Un modo per stare insieme ed annullare le differenze. «Non siate ragazzi dal lamento facile, che vogliono tutto dai genitori» ha ribadito Malgioglio assieme a Franco Paratici (Cip), al sindaco di Gazzola Simone Maserati al dirigente scolastico Eugenio Merli e al maestro di judo Vincenzo Penna. «Trovate il tempo di occuparvi di chi sta peggio di voi, è un dovere morale».

© Copyright 2021 Editoriale Libertà