Accusato di stalking su una donna delle pulizie, assolto dirigente aziendale

14 Maggio 2015

tribunale

Accusato di stalking nei confronti della donna delle pulizie, il dirigente di un azienda pubblica con sede in città è stato assolto perché il fatto non sussiste.

Secondo l’ipotesi accusatoria il dirigente aveva minacciato di licenziamento una donna delle pulizie dipendente di una cooperativa, in quanto a suo dire i bagni dell’ente pubblico da lui diretto non erano stati puliti come si deve. La donna, sentitasi minacciata, aveva sporto querela per atti persecutori, ossia stalking. I fatti di cui si è discusso in aula risalgono al periodo compreso fra il 2010 e il 2013. Il processo si è concluso nella serata di mercoledì.
La donna delle pulizie, una quarantenne piacentina, si era costituita parte civile ed aveva chiesto ventimila euro come risarcimento danni. L’imputato, di cui non riferiamo il nome per non rendere identificabile quello della donna, si era sempre dichiarato innocente.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà