Imprese al femminile: Piacenza ne ha solo una su cinque. E’ 73esima in Italia

15 Maggio 2015

Donne al lavoro

Si chiama “tasso di femminilizzazione” e dovrebbe indicare, banalizzando, un concetto tanto scontato quanto ancora lontano dall’essere raggiunto: e cioè la possibilità, per le donne, di accedere all’imprenditoria, senza sensi di colpa, senza corse sfrenate per arrivare in tempo all’asilo, senza rischiare di essere bypassate dal collega maschio solo perché in maternità. A Piacenza il tasso è pari al 21,30 per cento. Una percentuale bassissima, che colloca dunque la nostra provincia tra le ultime posizioni in Italia e la vede superiore solo a una trentina di altre province, tra le quali Milano, Bologna, Genova.

Piacenza, con 6.423 imprese femminili su 30.153, si colloca al 73esimo posto. Osservando le imprese artigiane, va ancora peggio, perché il tasso in quel settore, con 1.217 imprese su 8.492, si ferma al 14,33 per cento. (Osservatorio per l’imprenditoria femminile di Unioncamere e InfoCamere, sulla base dei dati del primo trimestre 2015).

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà