Facsal, mamme sul piede di guerra dopo il ramo caduto al parco giochi

17 Maggio 2015

foto1 (6)

“Porteremo la nostra battaglia in consiglio comunale, vogliamo più sicurezza”. Sono sul piede di guerra le mamme che giovedì pomeriggio hanno visto cadere vicino ai loro bambini un grosso ramo staccatosi da uno degli alberi del parco giochi pubblico sul Facsal. Da giovedì il parco è chiuso e sul cancello di ingresso un cartello con la scritta “chiuso per caduta rami”.

“Perché ci deve sempre scappare il morto prima di decidersi a fare qualcosa? – ha chiesto Patrizia Pastori, una delle mamme presenti al momento dell’accaduto – Il problema è la manutenzione del verde, non è possibile che un ramo così grosso cada a pochi centimetri da dei bambini piccoli che giocano”. Patrizia si è già rivolta ad un consigliere comunale e intende portare la battaglia delle mamme del parco giochi fino in consiglio. “Quel parco giochi ha anche altri problemi a partire dai bagni a cui non possiamo neppure avvicinarci tanta la puzza che si sente, nessuna di noi porta lì i propri figli – ha detto Patrizia – d’estate abbiamo il problema delle zanzare, degli insetti e della polvere, per non parlare dei giochi sempre sporchissimi”. “Il Facsal è uno dei luoghi più amati dai piacentini, la porta d’ingresso verso il centro storico – ha concluso – dobbiamo averne più cura”.

foto2- (3)

© Copyright 2021 Editoriale Libertà