Morì dopo la discoteca, arrestato il presunto spacciatore

19 Maggio 2015

volante notturna polizia

Un 27enne albanese è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto sarebbe legato anche alla morte di una 36enne che si era sentita male nel parcheggio di una discoteca della periferia di Piacenza la scorsa estate. Secondo gli inquirenti, lo straniero avrebbe ceduto in passato droga alla donna. Quella notte, nel reggiseno della 36enne, era stata trovata una bustina di cocaina e l’albanese quella tragica sera era stato visto nella stessa discoteca in cui era stata la vittima. La morte era avvenuta a causa di un arresto cardiocircolatorio, gli esami autoptici non hanno ancora stabilito se quella sera la giovane aveva assunto o meno sostanze stupefacenti. Qualora venisse assodato il legame tra la morte e l’assunzione di droga, l’albanese, che ora è tornato in libertà, rischia la denuncia per morte in conseguenza di altro reato. Durante l’indagine altre persone sono finite nel mirino degli inquirenti con l’accusa di aver avviato un giro si spaccio, si tratta di un albanese di 42 anni che è stato arrestato perché nella sua abitazione sono stati trovati 20 grammi di cocaina mentre altri due piacentini di 37 anni sono stati denunciati uno per spaccio di stupefacenti e l’altro di anabolizzanti mentre una moldava di 41 anni è stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio. L’operazione è stata condotta dalla Squadra mobile della Questura di Piacenza.

_DSC0028

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà