Mercato: sperimentazione del sabato va avanti. “Ora il regolamento”

20 Maggio 2015

mercato

Mercato senza un regolamento aggiornato e banchi “sballottati” da un posto all’altro. Sembrano non trovare pace né una posizione stabile i quasi 180 ambulanti che formano il mercato cittadino di Piacenza.
Dopo i 4 sabati in cui una parte delle bancarelle è stata spostata sul Facsal per consentire lo svolgimento di alcune manifestazioni e la questione della sperimentazione di piazza Cavalli chiusa, ma solo al sabato, Confesercenti chiede un po’ di chiarezza ma soprattutto una pianificazione più organizzata. “Sono anni che chiediamo un regolamento aggiornato sia per quanto riguarda le graduatorie sia per le nuove normative entrate in vigore” – spiega Fabrizio Samuelli vicedirettore di Confesercenti Piacenza.

“La sperimentazione di piazza Cavalli chiusa al sabato per consentire lo spostamento dei banchi di via Sopramuro in una posizione più strategica e per rendere il mercato più omoegeneo è scaduta a marzo. In quell’occasione il comune avrebbe dovuto decidere se proseguire con il progetto rendendolo definitivo anche alla luce dei risultati ottenuti. Con tutti questi cambiamenti non vengono sballottati solo gli ambulanti ma anche i clienti, costretti a spostarsi ogni volta alla ricerca del commerciante di fiducia – prosegue Samuelli – vorremmo sapere che ne sarà di noi, se la sperimentazione proseguirà e in quali termini. La nostra proposta ideale sarebbe quella di chiudere la piazza anche il mercoledì”.

“La sperimentazione prosegue , ma per il momento solo il sabato – assicura l’assessore al commercio Katia Tarasconi. Per ora è andato tutto bene e non abbiamo ricevuto nessuna lamentela – spiega Tarasconi – quindi proseguiamo su questa strada. Per quanto riguarda il mercoledì invece le difficoltà da superare non sono poche. Con l’avvio del progetto di piazza Cittadella dobbiamo aspettare e vedere come va. Non dimentichiamoci – prosegue l’assessore – che dobbiamo gestire il passaggio dei pullman che trasportano migliaia di ragazzi”.

Sulla questione del regolamento l’assessore Tarasconi ricorda che c’è un problema di sicurezza di cui va tenuto conto. “Sto cercando di fare le cose giuste per accontentare tutti – spiega Tarasconi – ma se le ambulanze passano tranquillamente nei percorsi di mercato non è così per i mezzi dei vigili del fuoco. Dovrei togliere altri banchi ma per non arrecare danni economici stiamo studiando diverse soluzioni. Il problema è che i banchi sono troppi per il nostro centro storico, si tratta di un mercato autorizzato negli anni ’80, oggi le cose sono un po’ diverse”.

mercato2

© Copyright 2021 Editoriale Libertà