Kazakistan: opportunità per i piacentini. Confapi aiuta gli imprenditori

23 Maggio 2015

kaza

Confapi Industria porta le aziende piacentine in Kazakistan, Paese in crescita, dove le opportunità economiche non mancano. Una delegazione di imprenditori, guidata dal direttore di Confapi Industria Andrea Paparo, è partita nei giorni scorsi alla volta di Astana, capitale dello Stato transcontinentale. Il Kazakistan è situato in una posizione strategica perché confina ad est con la Cina, ad ovest e nord con la Russia e a sud con alcuni paesi dell’Asia centrale. Ricco di materie prime come petrolio e gas, è uno Stato in forte espansione.

L’Italia dopo l’Expo 2015 di Milano passerà il “testimone” proprio al Kazakhstan che nel 2017, nella capitale, organizzerà l’Expo internazionale dedicato all’“Energia del futuro”. Un’occasione unica per le aziende di allargare gli sbocchi e l’export nei settori delle tecnologie, dell’edilizia e dell’agro-industriale.

Confapi di Piacenza ha intuito le opportunità offerte dal Paese e sta aiutando gli imprenditori interessati a creare una rete di contatti per sviluppare le proprie attività. “Apriremo un ufficio di rappresentanza ad Astana – ha confermato Andrea Paparo – perché il Kazakistan rappresenta un anello di congiunzione tra Asia ed Europa e un’occasione unica per le nostre aziende”.

Al Forum Kazaco ha partecipato la delegazione di Confapi che comprendeva diverse imprese piacentine tra cui Rmc, Coro Marketing, Emmepi Grandi Cucine, Allied ed il Direttore Andrea Paparo, che hanno preso parte ad un ricco programma di iniziative organizzate da Ibserv, società Kazaka creata dal piacentino Marco Beretta, da 12 anni presente in Kazakistan che assieme ai partners Federico Castaldi e Michele Kauchtschischvili supportano la promozione e presenza di aziende italiane nel paese detto “della nuova via della seta”.

foto 1- Kaznex Invest foto 2 - gruppo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà