Cinzia la regina del deserto sul podio in Senegal: “Correre è vivere”

28 Maggio 2015

20150528_103219_resized

È una forza della natura. La piacentina Cinzia Tenchini  non si ferma mai. A cinquantadueanni corre, nuota, va in bicicletta per tre o quattro ore al giorno, insegna pilates e ginnastica in varie palestre della città. È appena salita sul podio arrivando terza tra le donne nella gara internazionale di running che si è disputata in Senegal: la “100 chilometri del deserto”. Una competizione durissima in quattro tappe tra le dune e i villaggi africani con temperature che superavano i quaranta gradi. “Un’esperienza straordinaria – ci racconta Cinzia – anche perché ho gareggiato alternando due stili: quello del nordicwalking (con le bacchette) e la semplice corsa”. Con il sogno di competere nella Maratona delle sabbie (250 km tra le dune del Marocco senza aiuti e con l’acqua razionata), Cinzia percorre decine di chilometri al giorno perché “correre è come respirare. Non posso e non voglio fermarmi”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà