“Ti amo, ma sono malata”: romena truffa un anziano per 30mila euro

30 Maggio 2015

questura di piacenza

E’ anche grazie all’attenzione del personale delle Poste e del direttore di una banca se la squadra mobile della polizia di Piacenza è riuscita a smascherare e arrestare una truffatrice.
La donna, una 30enne di origini romene, stava circuendo e raggirando un anziano 70enne, affetto da problemi depressivi causati dalla morte della madre, ed era riuscita a farsi consegnare dall’uomo circa 30mila euro, fingendosi innamorata e gravemente malata. Con la scusa, poi, di un imminente trapianto di fegato, gli stava chiedendo ulteriori 6mila euro, con la promessa di andare successivamente a vivere insieme. L’anziano, per poter soddisfare le richieste economiche della donna, aveva anche venduto la casa della madre defunta.

Grazie alle indagini e a intercettazioni, però, gli agenti hanno potuto constatare che la donna è in perfetta salute, e che il medico che cercava di convincere l’anziano della necessità delle cure per la donna era in realtà il fratello 25enne di lei.

Fondamentale nelle indagini la collaborazione del personale delle Poste e del direttore di una banca, insospettiti dai continui prelievi di denaro del 70enne.

La donna è stata arrestata e il fratello denunciato in stato di libertà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà