Dona un rene alla figlia: “Al risveglio come se fossi rinata”

03 Giugno 2015

IMG_2462-0.JPG

Silvia Ballerini ha donato a 61 anni il rene alla figlia Chiara Dabusti, quarantenne affetta da glomerulonefrite, cioè una patologia infiammatoria dei reni che porta a insufficienza renale. Una storia raccontata dal nostro sito nell’ottobre scorso e che ha avuto un lieto fine.

Tentate le cure ma risultate insufficienti, la strada è stata quella inevitabile del trapianto. Il 20 maggio l’intervento delicato è stato eseguito al Sant’Orsola di Bologna e ieri la mamma è andata a prendere la figlia all’ospedale. Sono tornate a casa, a Bobbio, insieme.

“Appena ho riaperto gli occhi, dopo l’intervento, mi sono sentita rinascere” ha detto Chiara.

Il presidente della Provincia, Francesco Rolleri, ha deciso di proporre a tutti i sindaci del territorio l’iniziativa di Aido provinciale di installare un software che consenta al rinnovo della carta d’identità di dire “sì” alla donazione di organi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà