Votto non comunicò il doppio incarico, condannata a risarcire 75mila euro

04 Giugno 2015


Paola Votto, presidente dal 2006 al 2012 di Tempi Agenzia, società di trasporto pubblico di Piacenza interamente partecipata da Comune e Provincia, è stata condannata dalla Corte dei Conti regionale al risarcimento di un danno erariale per 75.915 euro. Secondo i giudici, la Votto, insegnante elementare, per assumere l’incarico a Tempi Agenzia non aveva prodotto alcuna autorizzazione rilasciata dalla Direzione Scolastica di Piacenza, come invece previsto dalla legge. Il periodo contestato va dal 2008 al 2011.

Già al momento dell’inchiesta, iniziata nel 2012, la diretta interessata aveva sempre respinto le contestazioni: “A scuola non ho mai fatto alcuna assenza legata alla funzione di presidente. E ho sempre dichiarato al Fisco i miei compensi, sul sito degli enti era pubblicato il mio compenso e la carica politica che Comune e Provincia mi hanno conferita è sempre stata pubblica”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà