Kosovo, rientrano dopo 6 mesi gli Alpini guidati dal Colonnello Cavalli

09 Giugno 2015

il Col. Cavalli cede la bandiera del MNBG-W al Gen. Div.  Figliuolo

Si è svolto questa mattina, presso la base di Camp Villaggio Italia, il passaggio di responsabilità del Multinational Battle Group West, l’unità multinazionale a guida italiana che ha competenza sul settore occidentale del Kosovo, tra il 5° Reggimento Alpini guidato dal Colonnello piacentino Carlo Cavalli, che farà ritorno nei prossimi giorni a Vipiteno dopo sei mesi di mandato, e i commilitoni del 132° Reggimento Carri.

A presiedere alla cerimonia il Comandante di KFOR, Generale di Divisione Francesco Paolo Figliuolo e l’ ambasciatore per l’Italia in Kosovo, Andreas Ferrarese.
Nel corso del suo intervento, il Comandante ha ringraziato i militari del MNBG-W “per la professionalità, l’imparzialità e l’umanità” con cui hanno operato in Kosovo.

Gli alpini del 5° Reggimento hanno già operato in Bosnia, Kosovo e due volte in Afghanistan. In questi sei mesi, al comando del Colonnello Cavalli, hanno garantito la libertà di movimento nell’area occidentale del Kosovo, nonché la sorveglianza continuativa del monastero ortodosso di “Visoki Dečani”. Hanno inoltre fornito una forza di reazione rapida impiegabile per qualunque evenienza, specie in assetto anti sommossa, in piena aderenza alla risoluzione 1244 delle Nazioni Unite.

bandiere della nazioni rappresentanti il MNBG-W

 

il Comandante di KFOR passa in rassegna lo  schieramento

 

il contingente italiano schieratoda sinistra, il Col. Ciro Forte, il Gen. Div. Francesco  Paolo Figliuolo, l'Ambasciatore S.E. Andreas Ferrarese, il Col. Carlo  Cavalli

© Copyright 2021 Editoriale Libertà