Bitumificio, “Si” della Conferenza servizi. Comitato: “Faremo ricorso”

16 Giugno 2015

20150616_100825_resized (1)

Ausl, Arpa, Soprintendenza ai beni paesaggistici e archeologici, Provincia, Ente Parco del Trebbia sono tutti d’accordo: il “bitumificio” si può fare tra Molinazzo e La Rossia di Gossolengo. I pareri favorevoli sono stati espressi stamattina in sede di Conferenza dei servizi, riunita in Provincia. Il sindaco Angelo Ghillani ha detto però di non volersi fermare a questi pareri, ma prima del via libera del suo ufficio tecnico intende aspettare il parere richiesto della Regione sulla possibilità di sottoporre il progetto a Valutazione di impatto ambientale. Il comitato “No al bitume, sì al parco” ha annunciato ricorso al Tar per impugnare l’ok al progetto della Ccpl Inerti.

Notizia delle 11
“No al bitumificio”: protesta ambientalista davanti alla Provincia
Membri di Legambiente e del comitato “No bitume, Si al parco” si sono dati appuntamento questa mattina davanti alla Provincia, dove è in corso la conferenza dei servizi per dare l’eventuale via libera alla costruzione di un bitumificio nei pressi di Gossolengo, per opporsi ad “un impianto gigantesco che rovinerebbe il parco del Trebbia con un impattante traffico di camion e conseguente inquinamento” ha affermato Giuseppe Castelnuovo di Legambiente.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà