“Casa dell’eroina” e rifugio per senzatetto in via Rigolli

20 Giugno 2015

fabbricato camuzzi occupato dai tossici

Una vera e propria “casa dell’eroina” e un rifugio anche abbastanza organizzato per senzatetto, clandestini, sbandati e purtroppo balordi. Si presenta così un’area nella zona di via Rigolli, all’incrocio con corso Europa. Il pavimento dei due stabili all’interno di questa area, è ricoperto da un tappeto di siringhe usate. Nell’altro stabile, chiuso con un catenaccio, si possono notare, dalle finestre, diversi letti con coperte, tavolini, bottiglie e uova. La segnalazione di degrado arriva da Fronte d’Azione.

TUTTI I DETTAGLI SU LIBERTA’ OGGI IN EDICOLA

foto Mariani

© Copyright 2022 Editoriale Libertà