Ogni anno a Piacenza 120 nuovi bagnini: hanno dai 16 ai 67 anni

30 Giugno 2015

Moreno Paraboschi della Fin, Federazione Italiana Nuoto

Ogni anno a Piacenza circa 120 persone, tra i 16 e i 67 anni, conseguono il brevetto per l’assistenza ai bagnanti. Ieri al Polisportivo erano 35 ad affrontare gli esami finali teorici e pratici. Particolare attenzione è riservata alla rianimazione: a rendere unici gli assistenti bagnanti formati a Piacenza c’è l’utilizzo del defibrillatore, per il quale tutti i frequentatori del corso ottengono, al superamento dell’esame, un attestato.

“Il corso è importante anche per l’inserimento lavorativo: questi ragazzi possono spendere le competenze acquisite nelle piscine del territorio” ha affermato Moreno Paraboschi della Fin, Federazione Italiana Nuoto.
Tra i corsisti esaminati ieri c’erano alcuni giovanissimi, oltre che diversi maggiorenni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà