Manifestazione del Sap contro la legge sul reato di tortura

01 Luglio 2015

IMG_5509 (3)

”Brava gente sotto tortura” questo il titolo di una manifestazione di protesta avvenuta oggi davanti alla Prefettura. Una manifestazione portata avanti dal Sap (sindacato autonomo di polizia) che osserva con preoccupazione il progetto di legge che prevede l’introduzione del reato di tortura.

“Siamo qui oggi con un volantinaggio per cercare di sconfiggere una legge che se se dovesse passare comporterebbe una serie di problemi per gli operatori di polizia e per i cittadini – ha detto ieri Ciro Passavanti, segretario provinciale del Sap -, una legge che oltretutto non è in linea con le leggi europee”.

Un volantino contro questa legge è stato consegnato al Prefetto. Passavanti ha inoltre tenuto a ricordare che il Sap ha manifestato, sempre contro questo progetto, alla fine dello scorso giugno, presso Expo a Milano e presso il Viminale a Roma.

“Le leggi riguardanti il reato di tortura – ha detto ancora il segretario provinciale del Sap – ci sono già, è sufficiente applicarle. La nuova norma invece introdurrebbe la violenza psicologica e finirebbe per obbligare chiunque e in qualsiasi circostanza a denunciare gli operatori di polizia. Purtroppo oggi come oggi chi è sotto tortura è la brava gente e noi ci riteniamo brava gente”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà