Seta: sciopero del trasporto pubblico locale, se fallisce l’incontro del 15

11 luglio 2015

seta

Indetto lo stato di agitazione per i dipendenti Seta delle province di Piacenza, Reggio Emilia e Modena. A settembre probabile sciopero del trasporto pubblico locale a meno che l’incontro di mercoledì 15 luglio in prefettura a Bologna non dia buoni risultati. Lo stato di agitazione è stato indetto dalle segreterie regionali Filt Cgil, Fit Cisl, uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugla. “I vertici di Seta si sono finora rifiutati di incontrarci e questo non presuppone nulla di positivo, l’azienda sta strumentalizzando il prossimo rinnovo dei vertici aziendali e del Cda scaduti il 30 giugno – ha detto Michele De Rose, segretario generale Filt Cgil Emilia Romagna- speriamo di riuscire ad avere un dialogo il 15 luglio quando anche Seta sarà obbligata a presentarsi”.

I temi che le parti sociali intendono affrontare sono molteplici a partire dal bilancio 2014 e aggiornamento del piano industriale, al tema della sicurezza e della manutenzione dei mezzi, allo stato del finanziamento regionale e le prospettive future, al premio di risultato 2014, fino alle assunzioni e trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato e relativo trattamento economico e normativo dei nuovi assunti.

“A Piacenza la situazione da un punto di vista della qualità dei mezzi, la ritengo pessima, davvero preoccupante”. “L’età media dei veicoli del trasporto pubblico locale nella nostra regione è pari a 12,3 anni, un dato preoccupante se pensiamo che la media europea è di 7 anni di vita”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE