Spedizione finita, dopo 15 mesi Magistrali è tornato dal Sudamerica

14 Luglio 2015

2-800

“Cosa mi ha lasciato questo viaggio? Sembra strano ma mi ha lasciato tante domande alle quali darò risposta ora che sono tornato”. E’ di poche parole Francesco Magistrali, per lui parlano i fatti. Il piacentino per 15 mesi ha attraversato pianure, montagne, deserti e la giungla senza utilizzare mezzi a motore. Ha pedalato, camminato e remato per rispettare la natura e conoscere le popolazioni locali. Una spedizione green denominata Esmeralda Expedition.

Il 37enne di Piozzano era partito il 15 marzo del 2014 con destinazione Argentina. Dalla punta della Terra del Fuoco, Magistrali ha raggiunto Patagonia, Cile e Bolivia dove ha abbandonato la mountain bike per proseguire a piedi trainando un carretto artigianale. Arrivato in Brasile, il piacentino ha affrontato in canoa il Rio Madeira, affluente del Rio delle Amazzoni. Un’impresa sportiva che il moderno esploratore aveva preparato nei minimi dettagli.

“E’ stato un viaggio attraverso i territori ma soprattutto dentro alla gente” ama ricordare il piacentino che molto spesso è stato ospitato dagli indigeni dei quali ha potuto conoscere usi e abitudini in particolare sul fronte del cibo. Sono interessanti e numerosi i dati raccolti durante il viaggio proprio nell’anno dell’Expo 2015, dedicato al tema della nutrizione. Quando non aveva la possibilità di dormire presso le popolazioni locali, il viaggiatore montava la sua tenda ovunque si trovasse e per il cibo si era attrezzato con alimenti liofilizzati.

“Momenti di difficoltà particolari non ce ne sono stati – specifica Francesco –; il più impegnativo non è stato legato al viaggio ma ad una calamità imprevista”. Arrivato in Brasile infatti, un’alluvione ha devastato alcuni villaggi e il piacentino è stato ospitato in un convento di suore che ha aiutato anche attraverso una raccolta fondi.
“Se devo individuare un momento più difficile, direi quello della partenza, per il distacco dalla famiglia e dagli affetti personali”. Non ama fare classifiche, ma la parte più bella della spedizione per il piacentino è stata quella brasiliana con la discesa del Rio Madeira attraverso la giungla, atmosfere selvagge di rara bellezza.

Francesco Magistrali è tornato a casa arricchito da un’esperienza unica e irripetibile. Ora l’obiettivo è quello di mettere a frutto quanto appreso con vari progetti da sviluppare nei prossimi mesi. Come scrive agli amici di Facebook: “Il viaggio continua…”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà