Due anziani indigenti, figlia e nipote a processo: “Sperperavano le pensioni”

15 Luglio 2015

tribunale

Una triste storia di inciviltà è approdata l’altro giorno in tribunale. Vittime sarebbero due anziani ultranovantenni, madre e zio di una donna piacentina di 57 anni che con il figlio di 32 anni avrebbe carpito le pensioni dei due anziani sperperando anche parte della somma al casinò. Non solo: madre e figlio, oltre ad impossessarsi della pensione, avrebbero fatto vivere nella più completa indigenza la coppia di anziani in un alloggio popolare cittadino in mezzo alla sporcizia, senza riscaldamento e spesso senza energia elettrica. Imputati di questo processo, cominciato l’altro giorno e subito rinviato a dicembre per un vizio di forma, sono madre e figlio. Dovranno rispondere dell’accusa di maltrattamenti in famiglia oltre che di essersi illecitamente impossessati delle pensioni dei due ultranovantenni per una somma complessiva di circa ventimila euro.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà