Vigolzone per ore senza acqua. Il sindaco: “Limitare i consumi”

22 Luglio 2015

acqua rubinetto

E’ tornata l’acqua in molte zone di Vigolzone che da questa notte erano state colpite da un black out idrico. “La situazione è migliorata ma siamo ancora in emergenza. Per questo chiedo ai cittadini di limitare i consumi ed evitare irrigazioni notturne non indispensabili”.

Notizia delle 9 – Da questa notte, gran parte del comune di Vigolzone è rimasto senza acqua. Un disagio notevole considerando le temperature sopra la media di questi giorni. “Siamo in contatto con Iren – spiega il sindaco di Vigolzone e presidente della Provincia Francesco Rolleri – ci hanno spiegato che è un problema legato alla distribuzione non omogenea dell’acqua e che nel giro di qualche ora dovrebbe essere risolto”.

Il problema della carenza di acqua si ripresenta puntualmente ogni estate e i sindaci si rivolgono ai cittadini. A Podenzano, il primo cittadino Alessandro Piva: “Di notte viene utilizzata molta più acqua che di giorno, mi appello al buon senso perchè vengano limitate le irrigazioni dei giardini. La disponibilità di acqua è calata e siamo al limite. Ho sollecitato Iren per la realizzazione del nuovo pozzo di Altoè ma fino a settembre non sarà pronto”. Problemi di bassa pressione dell’acqua si sono registrati anche nel comune di San Giorgio, anche in questo caso il sindaco Giancarlo Tagliaferri si appella al buon senso dei cittadini per evitare sprechi che potrebbero portare ulteriori disagi.

Comunicato congiunto Comune di Vigolzone e Iren
“Il Comune di Vigolzone congiuntamente alla società Iren Emilia in qualità di gestore della rete, rende noto che – in seguito ai problemi riscontrati in buona parte di Vigolzone capoluogo a causa dei forti consumi di acqua verificatisi in questi giorni – si sta provvedendo alla redistribuzione delle scorte di acqua convogliandole verso la rete di Vigolzone. Il gestore, a stretto contatto con l’amministrazione comunale, sottolinea che si sta operando per cercare di limitare l’emergenza attivando soluzioni alternative di soccorso per superare il problema, e vuole sensibilizzare tutti i cittadini ad una razionalizzazione dei consumi nel momento in cui la situazione tornerà alla normalità”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà