Banda dei negozi, quattro arresti. La base era nel Piacentino

28 Luglio 2015

foto (3)

Non è finita l’indagine dei carabinieri di Rivergaro che ha smantellato la banda criminale specializzata in colpi in negozi di tutto il nord Italia, compresa la nostra provincia. Quattro gli arrestati, mentre tre componenti sono ancora latitanti: tutti romeni, a cui si sommano altri due indagati. Una delle basi era nel Piacentino. L’indagine è partita da un furto notturno in un negozio di ottica a Rivergaro, preso di mira anche in una successiva occasione. Poi colpi, sempre notturni, anche a Forlì, Ravenna e in Umbria.

“Una delle caratteristiche – ha spiegato il procuratore capo Salvatore Cappelleri, affiancato dal pubblico ministero Emilio Pisante e dai carabinieri di Bobbio e Rivergaro – era il fatto che la banda nascondeva la refurtiva in campi lungo il percorso della fuga, per evitare di essere sorpresi con la merce in caso di controllo. Solo successivamente la donna del gruppo andava a recuperarla”.

Il furto nel negozio di ottica di Rivergaro era avvenuto l’8 aprile dello scorso anno e con strumenti tecnologici i militari sono stati in grado di risalire ai possibili responsabili, che però si trovano in Germania. Tornati, si sono concentrati su Romagna, Umbria e Toscana. In 40 giorni hanno messo a segno 8 colpi e due li hanno tentati, più vari furti di gasolio. Si tratta di delinquenti professionali: ogni sera erano impegnati a rubare, programmare nuovi furti, recuperare merce o piazzarla ai ricettatori, in particolare a un soggetto di Parma.
Le intercettazioni hanno rivelato che dopo i furti del 2014 e dell’aprile 2015, volevano colpire di nuovo l’ottica di Rivergaro nelle prossime settimane.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà