Parenti sull’addio: “Largo ai giovani, voglio dare l’esempio”

30 Luglio 2015

 “Diciamo tanto di fare largo ai giovani, ora è il caso di dare il buon esempio”. Così Giuseppe Parenti ha confermato l’addio alla sua presidenza della Camera di commercio nel corso dell’intervista rilasciata al direttore del Tgl Nicoletta Bracchi all’interno della trasmissione “Nel mirino” andata in onda stasera su Telelibertà.

A poche ore dal Consiglio camerale, Parenti come un fiume in piena ha tracciato il suo bilancio ipotizzando un futuro dell’ente sempre più condizionato dalla crisi con pesanti ricadute sul territorio e il suo primo pensiero è stato per i giovani: “Per garantire un futuro al sistema universitario piacentino e all’Orchestra Cherubini sarà necessario il massimo impegno, ma sono speranzoso che si riuscirà, mentre sono amareggiato per i progetti infrastrutturali che avremmo voluto realizzare e che sono naufragati a causa dei tempi biblici che ci vogliono in Italia”. A proposito del Festival del diritto ha ribadito la necessità di renderlo meno teorico, associando il principio del dovere a quello del diritto. Ha invece elogiato il progetto di Piazzetta Piacenza a Milano Expo e quello del Museo Nazionale dell’agricoltura che dovrà trovare spazio nell’ex caserma Nino Bixio.

E alla domanda sull’ideale successore, al timone della Camera di commercio, non ha esitato a rispondere: “In tanti hanno i numeri giusti, ma dovrà essere giovane e impegnarsi in prima persona più di quanto abbia fatto io”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà